Guarda le nostre Foto e segui le ultime News!

Logo Via Francigena
La Via Francigena è anche a Oulx!

ANELLO SAN MARCO – MALAFOSSE – JOUVENCEAUX – SAN MARCO

Punto di partenza e arrivo: Frazione San Marco di Oulx, (1212 m)
Altitudine massima: borgata Malafosse Alta (1811 m)
Dislivello: 600 m
Tempo di percorrenza: 3 ore circa
Punti d’acqua: San Marco, Malafosse Bassa, Malafosse Alta, Jouvenceaux
Difficoltà: Escursionistico

Accesso. Sulla strada provinciale Oulx-Sauze d’Oulx, in borgata San Marco, parcheggiare nei dintorni della cappella.

Percorso. Nei pressi della pregevole fontana cinquecentesca situata accanto alla cappella, sulla strada che sale a Sauze d’Oulx, si scende attraverso le case lungo quella che fu l’antica Via di Francia verso Cesana e il Monginevro. Tre meridiane ottocentesche, pietre scolpite e l’antico forno con il sovrastante locale della scuola accompagnano l’escursionista attraverso il paese sino alle case di Foungillarde. Qui la strada diventa sterrata ed il sentiero, segnalato con il n.15, sale sulla sinistra verso Malafosse Bassa. All’ombra di un bosco di latifoglie che lascia gradatamente spazio a larici e abeti rossi, si giunge dopo circa 30 minuti alla cappella dedicata alla Maddalena. Qui si può decidere di raggiungere direttamente Jouvenceaux imboccando il sentiero n.14 che devia sulla sinistra (20 minuti circa); qui, poco prima delle case, ci accolgono le sculture in legno realizzate nell’ambito del simposio “Art in the Forest”.

Proseguendo a destra sulla strada sterrata si raggiunge Malafosse Bassa (1462 m), con le caratteristiche baite e la cappella di Sant’Anna. La strada diventa nuovamente sentiero e a quota 1750 m si comincia ad intravedere, sopra ai prati, Malafosse Alta (1811 m), l’alpeggio, la cappella di San Bernardo e la sua fontana realizzata dal consorzio Forestale negli anni ‘80. Il panorama spazia dallo Chaberton, passando da Desertes, Balbières, Soubras, Vazon, fino al colle della Rho sopra Bardonecchia. Si scende lungo la strada fino alle grange Tachier, in parte abbandonate ma animate da un bar ristorante. Si prosegue quindi sul sentiero n. 12, si passa davanti alle cappelle della Madonna del Rosario e di San Lorenzo e si scende a sinistra verso Jouvenceaux.

La frazione, scrupolosamente recuperata, merita una visita accurata: da non perdere le sue fontane in pietra, le meridiane e la bellissima cappella affrescata di Sant’Antonio Abate. Attraversato il paese lungo la via principale, si prosegue lungo il sentiero n. 13 che passa accanto alla vecchia fabbrica di paste e al mulino e, dopo aver percorso pochi metri sulla strada provinciale, scende attraverso i prati sino a San Marco, sulla strada Oulx – Sauze d’Oulx, da cui si è partiti.

Tratto da AA.VV, Itinerari di cultura e natura alpina. Piana di Oulx e Valli di Cesana, Borgone Susa (To), ed. del Graffio, 2012, pp. 267-269

Clicca qui per visualizzare e scaricare l'immagine
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email