Guarda le nostre Foto e segui le ultime News!

Logo Via Francigena
La Via Francigena è anche a Oulx!

ADREYT DI OULX : ANELLO AMAZAS – SOUBRAS – VAZON – AMAZAS

Punto di partenza e arrivo: Amazas (1180 m)
Altitudine massima: Vazon (1641 m)
Dislivello: circa 461 m
Tempo di percorrenza: circa 3 ore 30
Punti d’acqua: Amazas, Soubras, Vazon
Punti d’appoggio: rifugio La Chardousë, Vazon
Difficoltà: Escursionistico

Accesso. Lungo la statale SS.24 del Monginevro, superato l’abitato di Oulx in direzione Cesana, si incontra a destra il bivio per la frazione Amazas. Parcheggiata la macchina, si può visitare brevemente il villaggio che conserva la tipica architettura montana: le case in pietra, le fontane, il forno con la scuola, la piccola chiesa dedicata a Sant’Andrea risalente al XVI secolo.
Percorso. L’itinerario tocca tre piccole borgate di Oulx, oggi spopolate, un tempo ricche di vita, situate sul versante solatio, sulle pendici del Cotolivier.
Sulla strada sterrata che passa a sinistra delle case, un cartello indica il sentiero per Soubras (in alternativa è possibile percorrere per intero la strada, più lunga ma meno impegnativa). Il sentiero, in circa 45 minuti,
raggiunge la cappella di San Barnaba posta in posizione panoramica, su un terrazzo naturale dove, nel secolo XIX, fu rinvenuta una necropoli preromana (si veda in proposito la sezione Archeologia).
Soubras (1480 metri), adagiata tra i prati, merita una visita. Tra le belle e grandi case rustiche, sulle quali ci si può impegnare a ricercare pietre scolpite con date e iniziali, s’incontrano la chiesetta di San Rocco, che reca sulla facciata la data del 1827 (probabilmente riferita ad un restauro) ed un edificio, identificato come la Canonica, che conserva sulla facciata due pregevoli affreschi in pessime condizioni: a sinistra la Vergine con Bambino, a destra due Angeli che sorreggono un cartiglio che forma le lettere IHS, acronimo di Cristo.
Si sale attraverso i vicoli di Soubras o fino alle ultime case, dove lo sterrato diventa un sentiero tra i prati che conduce in circa 1 ora e 15 alla frazione Vazon. Ci accoglie una graziosa fontana del 1857, coperta da una grande tettoia in scandole di legno; la chiesa dedicata alla Madonna delle Nevi riporta la data del 1710; il rifugio La Chardousë costituisce un posto tappa caratteristico ed accogliente.
Per il rientro scendere lungo la strada sterrata per Oulx ed imboccare a destra il sentiero che in 30 minuti riconduce al Soubras attraverso prati e pascoli montani che tra maggio e giugno ospitano una ricchissima
fioritura di orchidee. Si entra nel paese passando sotto l’arcata di una delle più belle case del villaggio. Su di essa, una pietra reca scolpite una croce, le iniziali A.E.F.G. e la data 1852. Si volta infine a sinistra per
scendere ad Amazas lungo l’itinerario percorso all’andata.

Tratto da AA.VV, Itinerari di cultura e natura alpina. Piana di Oulx e Valli di Cesana, Borgone Susa (To), ed. del Graffio, 2012, pp. 284-285

Clicca qui per visualizzare e scaricare l'immagine
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email